24 CFU UNIPI

Tutte le informazioni sui 24 cfu erogati da Università di Pisa

La nascita ufficiale dell'Università di Pisa risale al 3 settembre 1343 quando Papa Clemente VI, con la bolla "In supremae dignitatis" emessa a Villanova presso Avignone, concesse allo Studio Pisano il riconoscimento di Studio Generale dotato degli insegnamenti di teologia, diritto canonico e civile, medicina "et qualibet alia licita facultate". Nel 1355 seguì il diploma di riconoscimento dell'imperatore Carlo IV.

I primi decenni di vita dello Studio non furono certamente facili anche per le gravi difficoltà economiche, legate alle vicende politiche e sociali della città, passata sotto i Visconti nel 1399 e conquistata dalla Repubblica di Firenze nel 1406. Nel 1449 l'Università finì addirittura per essere chiusa. Tra la fine del Quattrocento e per tutto il secolo successivo, l'Ateneo conobbe fasi alterne di crisi e di espansione sempre connesse ai fatti politici toscani.

Fu Lorenzo de' Medici a volere la ricostituzione dello Studio Pisano che riaprì nel 1473. In questo periodo l'Ateneo non aveva una sede ufficiale e le lezioni venivano svolte nelle case degli insegnanti e nelle chiese, fino a quando, di fronte al costante aumento degli studenti Lorenzo il Magnifico ordinò la costruzione, nella Piazza del Grano, di un edificio ad hoc, il futuro Palazzo della Sapienza.. Ma dopo lo spostamento a Firenze dell'Ateneo nel 1497 a seguito della ribellione di Pisa contro la città fiorentina, la riapertura dell'Università a Pisa avvenne solo nel 1543 grazie al duca Cosimo I dei Medici. E' di questo periodo l'istituzione di una Cattedra dei "Semplici" (Botanica) che fu ricoperta dal Luca Ghini, fondatore dell'Orto botanico. Nel 1589, per tre anni prima di trasferirsi a Padova, Galileo Galilei fu docente di Matematica dell'Ateneo dopo esserne stato studente . la sua iscrizione all'Università di Pisa risale all'incirca al 1580.

OFFERTA FORMATIVA

AMBITO A – PEDAGOGIA
Pedagogia delle differenze
M-PED/01
6
AMBITO B – PSICOLOGIA
Psicologia dello sviluppo dell'infanzia e dell'adolescenza
M-PSI/04
6
Psicologia dello Sviluppo nel Ciclo di Vita
M-PSI/04
6
Psicologia sociale
M-PSI/05
6
Psicologia dei gruppi
M-PSI/05
6
AMBITO C – ANTROPOLOGIA
Antropologia culturale A
M-DEA/01
6
Antropologia culturale A
M-DEA/01
6
AMBITO D – METODOLOGIE DIDATTICHE
Storia della chimica ed elementi di didattica
CHIM/02
6
Fondamenti e metodologie didattiche per l'insegnamento della Chimica
CHIM/02
6
Progettazione e realizzazione di esperienze di Fisica
FIS/01
6
Laboratorio di Fisica per l'insegnamento
FIS/01
6
Storia e Didattica della Geologia
GEO/04
6
Didattica del greco A
L-FIL-LET/02
6
Didattica del latino A
L-FIL-LET/04
6
Didattica della letteratura italiana
L-FIL-LET/10
6
Linguistica Educativa
L-LIN/02
6
Tecnologie e metodologie della didattica della lingua francese
L-LIN/04
6
Tecnologie e metodologie della didattica della lingua inglese
L-LIN/12
6
Tecnologie e metodologie della didattica della lingua spagnola
L-LIN/07
6
Tecnologie e metodologie della didattica della lingua tedesca
L-LIN/14
6
Glottodidattica
L-LIN/02
6
Glottodidattica
L-LIN/02
6
Didattica della Geografia
M-GGR/01
6
Didattica della Filosofia
M-FIL/06
6
Didattica della Storia
M-STO/01
6
Istituzioni di didattica della matematica
MAT/04
6
Tecnologie per la didattica
MAT/04
6

24 CFU UNIPI: PROCEDURE PER L'ACQUISIZIONE DEI CREDITI

I 24 crediti formativi universitari o accademici riguardano le discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche necessarie per l’accesso al FIT (Formazione Iniziale e Tirocinio). Potranno essere acquisiti in forma: - curriculare (inseriti nel piano di studio del corso di laurea) - aggiuntiva (rispetto al piano di studi del corso di laurea) - extra curriculare (Attività Formative Specifiche o corsi coerenti). Per ottenere la certificazione dei 24 CFU è obbligatorio iscriversi secondo la procedura prevista nel regolamento come sottoindicata.

Iscrizione

Per perfezionare l’iscrizione è necessario e sufficiente pagare la contribuzione prevista entro il 15 marzo 2019 (le iscrizioni saranno aperte dal 1 marzo 2019) Il pagamento deve essere effettuato unicamente tramite il MAV generato dal sistema sulla base dei CFU da sostenere secondo il piano di studio approvato dal Comitato di Gestione In caso di mancato pagamento della contribuzione entro il 15 marzo 2019, il corsista decade dal diritto di iscrizione per l’anno accademico in corso, senza possibilità di sanare la situazione.

Contribuzione per l’iscrizione: è unica ed è costituita dalla somma dei singoli contributi dovuti per tutte le AFS e/o corsi coerenti ricompresi nel proprio piano di studi approvato dal Comitato di gestione. Per ogni singola AFS e/o singolo corso coerente da sostenere, è dovuto un contributo pari a € 90,00. Sono esonerati totalmente (quindi l’iscrizione viene effettuata d’ufficio): gli iscritti entro il 28 dicembre 2018 ai corsi di dottorato dell’Università di Pisa (compresi quelli attivati in convenzione con altri atenei e di cui Pisa non è sede amministrativa) nell’anno accademico 2018/2019 e gli iscritti nell’anno accademico 2017/2018 in attesa di conseguire titolo;

  • gli iscritti entro il 28 dicembre 2018 ad una scuola di specializzazione dell’Università di Pisa;
  • gli iscritti entro 28 dicembre 2018 per l’anno accademico 2018/2019, ad un corso di laurea dell’Università di Pisa (Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Specialistica e Laurea vecchio ordinamento o titoli equivalenti - escluso corso singolo di transizione-);
  • le persone con disabilità, con riconoscimento dell’handicap ai sensi dell'articolo 3, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 104;
  • le persone con un’invalidità pari o superiore al 66%;
  • coloro che presentano la richiesta di riduzione delle tasse d’iscrizione con un ISEE fino a € 13.000,00 entro il 12 febbraio 2019 ;
  • I perfezionandi e i dottorandi della Scuola Normale Superiore di Pisa, della Scuola Sant’Anna di Pisa e della Scuola IMT Alti Studi di Lucca che presentano la richiesta di riduzione della contribuzione (entro il 12 febbraio 2019) sulla base di un ISEE uguale o inferiore a € 18.000,00. Sono esonerati parzialmente coloro che presentano la richiesta di riduzione della contribuzione (entro il 12 febbraio 2019):
  • con un ISEE oltre € 13.000,00 e fino a € 18.000,00 –il contributo è di € 50,00 per ogni AFS e/o corso coerente;
  • con un ISEE oltre € 18.000,00 e fino a € 30.000,00 – il contributo è di € 80,00 per ogni AFS e/o corso coerente;
  • i perfezionandi e i dottorandi della Scuola Normale Superiore di Pisa, della Scuola Sant’Anna di Pisa e della Scuola IMT Alti Studi di Lucca con un ISEE superiore a € 18.000,00 - il contributo è di € 65,00 per ogni AFS e/o corso coerente.

Per le modalità di pagamento della contribuzione e di richiesta di riduzione consultare il sito ufficiale Sito Ateneo.

24 CFU UNIPI: CERTIFICAZIONE

Il Percorso di acquisizione dei 24 CFU si intende completato se, entro il 31 luglio 2019, il corsista abbia acquisito i CFU previsti nel proprio piano di studi approvato dal Comitato di Gestione. Il conseguimento di tutti i 24 CFU è condizione imprescindibile per ottenere da parte dell’Ateneo la certificazione (art. 3 comma 5 del D.M. 616/17)
Se entro tale data il corsista non consegue tutti i crediti previsti nel proprio piano di studi per ottenere la certificazione, dovrà pre-iscriversi nell’anno accademico successivo, con possibilità di far valere i CFU già acquisiti (anche sostenendo esami dei corsi singoli dopo il 31 luglio 2019).

Contatti e informazioni sull'Ateneo Università di Pisa

icona UNIPI

Sito Ufficiale dell'Ateneo

www.unipi.it

Recapito telefonico

+39 050 221 2111

Indirizzo email

didattica.formazioneinsegnanti@unipi.it

Ubicazione geografica

TOSCANA - PI

Costo dei 24Cfu


Hai visualizzato le informazioni su 24 cfu UNIPI

Valuta le offerte formative di altri atenei